Vincenzo Sansone

Vincenzo Sansone, laurea magistrale in Teorie e tecniche dello spettacolo digitale (Sapienza Università di Roma), è dottore di ricerca in Studi Culturali Europei/Europäische Kulturstudien (Università di Palermo) con una tesi sul video projection mapping come nuova macchina scenotecnica per le arti performative. È stato ricercatore in visita presso l’Università Pompeu Fabra di Barcellona e l’Università Politecnica di Valencia. È anche attore e scenografo digitale. Il focus delle sue ricerche concerne le seguenti aree: arti performative, nuovi media, animazione, tecnologie AR, software culture, cultura visuale. Tra le sue ultime pubblicazioni: The relationship between body and screen in Studio Azzurro’s performances since the 1980s until today (2018), La macchina scenotecnica della visione: Robert Lepage e la sintesi tra meccanica e digitale nella messa in scena del Der ring des Nibelungen (2018), Nuevas formas de llevar una ópera al teatro. Un caso de estudio. La flauta mágica de la compañía 1927 y de Kosky: animación 2d, nuevas tecnologías digitales y estilo vintage (2017), I supereroi tra sogno e realtà: fumetti, cinema e videogiochi nella realtà aumentata e virtuale (2017), Le arti performative nel mondo di Internet e dell'Interaction Design: l'avventura tecno-artistica di Konik Thtr di Barcellona (2017), Città Invisibili of Teatro Potlach: A Journey to Rediscover Our Cultural Heritage (2016).

Vincenzo Sansone, master’s degree in Digital Performance (Sapienza University of Rome), is PhD in Studi Culturali Europei/Europäische Kulturstudien (University of Palermo) with a thesis about video projection mapping as a new stagecraft machine for the performing arts. He was visiting scholar at Pompeu Fabra University of Barcelona and at Polytechnic University of Valencia. The focus of his research concerns these areas: performing arts, new media, animation, AR technologies, software culture, visual culture. He is also an actor and digital set designer. Among his last publications: The relationship between body and screen in Studio Azzurro’s performances since the 1980s until today (2018), La macchina scenotecnica della visione: Robert Lepage e la sintesi tra meccanica e digitale nella messa in scena del Der ring des Nibelungen (2018), Nuevas formas de llevar una ópera al teatro. Un caso de estudio. La flauta mágica de la compañía 1927 y de Kosky: animación 2d, nuevas tecnologías digitales y estilo vintage (2017), I supereroi tra sogno e realtà: fumetti, cinema e videogiochi nella realtà aumentata e virtuale (2017), Le arti performative nel mondo di Internet e dell'Interaction Design: l'avventura tecno-artistica di Konik Thtr di Barcellona (2017), Città Invisibili of Teatro Potlach: A Journey to Rediscover Our Cultural Heritage (2016).