Lorenzo Donati

Giornalista e critico teatrale, si laurea nel 2006 col massimo dei voti in Discipline dell'arte, della musica e dello Spettacolo con una tesi sul teatro argentino di Buenos Aires.

Scrive di teatro per alcune riviste nazionali come Lo Straniero e Gli Asini, ha collaborato con settimanali e radio locali curando rubriche periodiche e suoi saggi sono apparsi in numerose pubblicazioni di settore (edite da Ubulibri, Bompiani, Titivillus, Editoria & Spettacolo ecc). È membro della giuria dei Premi Ubu.

Una parte del suo percorso è legata alla formazione e all'audience development: conduce laboratori per spettatori e di scrittura in vari contesti, in collaborazione con strutture come Ert Teatro Nazionale.

Si occupa di progettazione culturale collaborando con enti privati e istituzioni pubbliche. Dal 2010 al 2014 ha lavorato per Ravenna 2019 Città candidata a Capitale Europea della Cultura, come co-coordinatore del Programma artistico culturale e fungendo da sponda per la partecipazione di cittadini e realtà artistiche.

È tra i fondatori del gruppo Altre Velocità, attivo nella critica teatrale con progetti fra giornalismo, radiofonia e formazione dello sguardo, con il quale ha co-curato Giovane Danza D'autore, Azione e immaginazione da Cantieri a Anticorpi XL (Ravenna, Anticorpi edizioni, 2010) e Un colpo, Ravenna, Longo Editore, 2011.

 

Journalist and theater critic, he graduated in 2006 with honors in Disciplines of art, music and performing arts with a thesis on the argentine theatre of Buenos Aires.

Writes on theatre for several national magazines, such as Lo Straniero and Gli Asini, he collaborated with local radio and weekly magazines curating periodic columns and his essays have appeared in many sectorial publications (published by Ubulibri, Bompiani, Titivillus, Editoria & Spettacolo, etc.).

He is a member of the jury of the Awards Ubu. A part of his career is linked to the formation and audience development: manages workshops for spectators and writing in various contexts, in collaboration whit structures as Ert Teatro Nazionale.

Deals with cultural planning, collaborating on private entities and public institutions.

From 2010 to 2014 he worked for Ravenna 2019 City candidate for European Capital of Culture, as co-coordinator of the artistic cultural Programme and acting as side for the participation of citizens and artistics realities.

He is one of the founders of the Altre Velocità group, active in theater criticism with projects between journalism, radio and formation of the gaze, whit whom he co-curated the Giovane Danza D’autoreAzione e immaginazione da Cantieri a Anticopri XL (Ravenna, Anticorpi edizioni, 2010) and Un colpo (Ravenna, Longo Editore, 2011).