Marco Dalla Gassa

Marco Dalla Gassa (phd) è ricercatore Rtd/b in film studies presso l’Università “Ca’ Foscari” di Venezia. Si occupa prevalentemente di cinematografie asiatiche, orientalismo, rappresentazioni dell’alterità culturale, teoria e storia delle forme filmiche, film literacy. Ha tenuto seminari e corsi universitari presso le università di Torino, Trieste, Roma (Lumsa) e Madrid (Carlos III). Ha collaborato con diversi enti di promozione e formazione cinematografica (tra cui il Museo Nazionale del Cinema, l’Aiace Torino, il Circuito Cinema di Venezia, il Festival dei Popoli di Firenze) per i quali ha curato rassegne, percorsi di educazione all’immagine, cicli di conferenze e attività seminariali. È stato formatore sociale e consulente del Centro nazionale di documentazione e analisi per l’infanzia e l’adolescenza (CNDA), per il quale ha coordinato l’area di documentazione filmografica. Oltre ad essere autore di diversi saggi comparsi su pubblicazioni accademiche, periodici culturali, riviste di critica cinematografica e curatele, ha scritto per le edizioni Le Mani-Microart’s le monografie su Abbas Kiarostami (2001) e Il cinema di Zhang Yimou (2003, co-autore Fabrizio Colamartino), per UTET Università Il cinema dell’Estremo Oriente (2010, co-autore Dario Tomasi), per LT2 Approdo a Tulum. Le Neverland a fumetti di Fellini e Manara (2011, co-autore Antonio Tripodi), per Lindau Kurosawa Akira. Rashōmon (2012). L’ultimo lavoro di ricerca, pubblicato per Mimesis Edizioni, Orient (to) Express. Film di viaggio, etno-grafie, teoria d’autore (2016), è dedicato alle esperienze odeporiche di alcuni registi della modernità. È co-curatore della sezione Global Film Cultures della rivista accademica Cinergie. Il cinema e le altre arti.

 

Marco Dalla Gassa (Turin, 1974) is a film scholar, assistant professor (tenure track) at Ca’ Foscari University of Venice. His academic research focuses on Asian cinema, orientalism, cinematic representation of cultural differences, auteur theory and film analysis. From 2001 to 2010, he taught film studies at the Universities of Turin, Venice (Ca’ Foscari), Trieste and Rome (Lumsa). He has collaborated with several organizations dealing with the promotion and education of cinema (the Turin National Museum of Cinema, the Venetian film archive “Casa del cinema”, the “Festival dei Popoli” of Florence): he has curated exhibitions, courses, conferences, etc. He has been a researcher for the Italian National Childhood and Adolescence Documentation and Analysis Centre. He has edited and written several academic publications (essays and reviews) in peer-reviewed journals and magazines. His main books are two monographic studies about Abbas Kiarostami (edited by Le Mani, 2001) and Zhang Yimou (Le Mani, 2003, co-author Fabrizio Colamartino), a volume on contemporary Far East cinema (Utet, 2010, co-author Dario Tomasi), a film analysis of Kurosawa’s masterpiece Rashōmon (Lindau, 2012) and a dissertation about orientalism and exoticism in modernist European cinema (Mimesis, 2016). He is co-curator of the section “Global Film Cultures” of the academic review Cinergie. Cinema and other Arts.