Giovanna Rizzarelli

Giovanna Rizzarelli è ricercatrice t.d. di Letteratura italiana presso la Scuola Normale Superiore. Dal 2012 collabora al progetto ERC Advanced Grant Looking at Words Through Images. Some Case Studies for a Visual History of Italian Literature. Dal 2008 al 2012 ha coordinato il progetto Anton Francesco Doni – Multimedia Archive of Texts and Sources, finanziato da un ERC Starting Grant.

Si è interessata soprattutto di letteratura del XVI e del XVII secolo, con saggi su Ariosto, Bembo, Doni e Marino. Inoltre, i suoi interessi di ricerca riguardano anche la letteratura contemporanea, e in particolar modo la produzione narrativa e saggistica di Italo Calvino.

È autrice di «Se le parole si potessero scorgere». I Mondi di Doni tra Italia e Francia (Manziana, Vecchiarelli, 2007); insieme a Carlo Alberto Girotto, ha allestito l’edizione critica dei Marmi di Doni (Firenze, Leo S. Olschki, 2017). Ha curato il volume «Tra mille carte vive ancora». Ricezione del Furioso tra immagini e parole (con Lina Bolzoni e Serena Pezzini, Lucca, Pacini Fazzi, 2011), I Marmi di Anton Francesco Doni: la storia, i generi e le arti (Firenze, Leo S. Olschki, 2012), Dissonanze concordi. Temi, questioni e personaggi intorno ad Anton Francesco Doni (Bologna, il Mulino, 2013), L'ospite del libro. Sguardi sull'ospitalità (con Nicola Catelli, Lucca, Pacini Fazzi, 2015) e C’è un lettore in questo testo? Rappresentazioni della lettura nella letteratura italiana (con Cristina Savettieri, Bologna, il Mulino, 2016). 

Giovanna Rizzarelli is an Assistant professor in Italian at the Scuola Normale. From 2008 to 2016 she has been Research Fellow at the Scuola Normale Superiore within the ERC Advanced Grant-funded project Looking at Words Through Images. Some Case Studies for a Visual History of Italian Literature. From 2008 to 2012 she has been the Principal Investigator of the project Anton Francesco Doni – Multimedia Archive of Texts and Sources funded by an ERC Starting Grant.

Her interests mainly focus on Italian literature of the 16th and 17th century, and she is author of several essays on Ariosto, Bembo, Doni and Marino. She also has research interests in contemporary Italian literature, especially Italo Calvino’s work.

Her publications include «Se le parole si potessero scorgere». I Mondi di Doni tra Italia e Francia (Manziana, Vecchiarelli, 2007), the critical edition of Doni’s Marmi (in collaboration with Carlo Alberto Girotto, Firenze, Leo S. Olschki, 2017); and as editor «Tra mille carte vive ancora». Ricezione del Furioso tra immagini e parole (with Lina Bolzoni and Serena Pezzini, Lucca, Pacini Fazzi, 2011), I Marmi di Anton Francesco Doni: la storia, i generi e le arti (Florence, Leo S. Olschki, 2012), Dissonanze concordi. Temi, questioni e personaggi intorno ad Anton Francesco Doni (Bologna, il Mulino, 2013), L'ospite del libro. Sguardi sull'ospitalità (with Nicola Catelli, Lucca, Pacini Fazzi, 2015) and C’è un lettore in questo testo? Rappresentazioni della lettura nella letteratura italiana (with Cristina Savettieri, Bologna, il Mulino, 2016).