Arabeschi n. 10

Sommario del decimo numero

indice-arabeschi-n10pdf


Emma Dante. Profilo

di

 Emma Dante (Palermo, 1967) è drammaturga, regista teatrale e cinematografica. A quasi vent’anni dalla fondazione della compagnia Sud Costa Occidentale (1999), la sua ricerca espressiva è riconosciuta come una delle

Incontro con

Videointervista a Emma Dante

di , , , ,

 Riprese audio-video: Francesco Pellegrino, Ana Duque; fotografia: Francesco Pellegrino; foto di scena: Salvo Grasso; montaggio: Ana Duque.Qui di seguito la trascrizione integrale dell’intervista. D: Il numero di Arabeschi che ospita questo

Video Interviste Incontro con

Le sorelle Macaluso tra la vita e la morte nella tetralogia della famiglia siciliana (*)

di

1. Il cerchio magicoSull’orlo del buio, un buio che inghiotte e risputa le creature d’una famiglia dantiana, stavolta confusa fra vivi e morti, s’anima la «liturgia» performativa di Le sorelle

Saggi Incontro con

Il corpo, il rito, il tragicomico. Emma Dante e il “Macbeth” di Verdi

di

Con il Macbeth co-prodotto dal Regio di Torino, dal Massimo di Palermo e dallo Sferisterio di Macerata (2017), e presentato al Festival di Edimburgo dove ha ottenuto l’Angel Herald Award,

Saggi Incontro con

Quando manca il lieto fine. Le principesse di Emma Dante

di

1. C’era una volta…«Le fiabe sono vere» scriveva Italo Calvino nell’introduzione alle Fiabe italiane, «sono, prese tutte insieme […], una spiegazione generale della vita…». Il teatro ha accolto fin dalle

Saggi Incontro con

Videopresentazione di Il trionfo della morte di Palermo di Michele Cometa

di , ,

 Oggetto d’indagine del recente studio di Michele Cometa, Il Trionfo della morte di Palermo. Un’allegoria della modernità, pubblicato a luglio 2017 per Quodlibet, è, come suggerito dal titolo, il meraviglioso

Video Libri

Videopresentazione di Perché le storie ci aiutano a vivere di Michele Cometa

di ,

 L’origine della capacità di costruire storie dell’Homo sapiens, a partire dalle teorie darwiniane, ha dato vita a diverse ipotesi che provano a spiegare come il comportamento narrativo possa avere avvantaggiato

Video Et Et Libri

Corpi inquieti in metamorfosi elettroniche

di

  All’inizio ci sono i monitor con le immagini distorte, nella mostra di Nam June Paik alla galleria Parnass di Wuppertal del 1963; insomma, si sa che Paik col suo Ê»gestoʼ

Saggi In forma di

Corpi e classici. Il processo evolutivo della reiterazione, tra automatismi ed esperienze

di

 John Cage, the american composer, said “There is no such things that is songless. Sometimes, when we are very quiet, we become more aware of sound then we make a

Saggi In forma di

Corpo e alterità nella produzione audiovisiva sperimentale di Alessandro Amaducci

di

  1. Una premessa storica, tra attenzione per il corpo e avvento delle tecnologie audiovisiveIn epoca recente e, con maggiore precisione, a partire dagli anni Sessanta del secolo scorso, il tema

Saggi In forma di

Per una metamorfosi della storia: utopie e rivoluzioni nel contro-cinema di Franco Angeli

di

 Fare il cinema come atto di ribellione e di liberazione individuale; rigettarlo attraverso il disprezzo per raggiungere la capacità di amarlo.  Franco Angeli, dattiloscritto inedito[1]  1. Le lacrime delle cose o

Saggi In forma di

‘Visioni’ metamorfiche nel Viaggiatore di Calvino

di

 La dimensione visuale pervade gli spazi semantici di Se una notte d’inverno un viaggiatore molto più di quanto finora sia stato messo in luce, imponendosi sotterraneamente come elemento ‘continuativo’ nelle

Saggi Et Et

«Il corpo della gente che aveva un corpo». Metamorfosi corporee nel Cavaliere inesistente di Italo Calvino

di

 1. Il volto degli antenatiL’attività di autoriflessione di artisti e scrittori è fenomeno ben noto e prezioso per la critica letteraria, dal momento che negli spazi di autocommento spesso si

Saggi Et Et

L’occhio del signor Palomar. Calvino e il cinema

di

Con queste premesse, tre sarebbero gli approcci possibili: dar conto di Calvino come spettatore e/o critico cinematografico (si va dall’esperienza autobiografica di un osservatore vorace e dilettante al territorio della

Saggi Et Et

Un corpo dell’altro mondo. Appunti su disfacimenti corporei, popular music e Tommaso Pincio

di

 1. Corpi celebri in disfacimento  Vorrei prendere le mosse, in queste pagine che preludono a un lavoro più sistematico sulla rappresentazione della popular music nella narrativa degli ultimi sessanta anni,[1] da

Saggi Et Et

Corpi feriti nella letteratura della Grande Guerra

di

 1. Ferite e valore d’usoIn una illustrazione pubblicata sul numero 10 della Ghirba, apparso nel giugno del 1918, un militare in licenza – probabilmente un graduato – si ferma a

Saggi Et Et

Agata e il suo corpo: un martirio eterno che si racconta attraverso la danza

di

 1. Il mito di Agata nella produzione di Roberto ZappalàRoberto Zappalà, coreografo siciliano tra i più apprezzati del panorama contemporaneo, ha più volte affrontato all’interno della sua produzione le urla

Saggi In forma di

Fotografie e ultracorpi: Leggenda privata di Michele

di

Ciò che distingue in modo più vistoso e immediato l’ultimo libro di Michele Mari dai precedenti è la presenza di un corpus di fotografie in bianco e nero, trentatré per

Saggi In forma di

Raccontare e coltivare il deserto. Absolutely Nothing di Giorgio Vasta e Ramak Fazel

di

  Absolutely Nothing. Storie e sparizioni nei deserti americani di Giorgio Vasta, pubblicato nel 2016 nella collana Quodlibet Humbolt, offre uno degli esempi più complessi di dispositivo fototestuale[1] e mette a

Saggi In forma di

Imbarcarsi per il naufragio. Noosfera Lucignolo di Roberto Latini

di

  Pinocchio voleva partire «domani all’alba»: che era partenza impetuosa, liberatrice, per fare «la vita del vagabondo»; Lucignolo si sottrae alla «città» in una mezzanotte sommessa e furtiva, e va ad

Saggi Et Et

Corpo-identità-soggetto: un seminario

di , , , ,

  Siamo ripartiti da Mondi, corpi, materie, dal terzo capitolo Ê»Attore, Performer, Corpo, Spettatoreʼ:In questa prospettiva, che coglie le trasformazioni della scena teatrale del secondo Novecento, la dominanza di un Ê»teatro-corpoʼ

Saggi Et Et

Silvia Albertazzi, Letteratura e fotografia

di

L’interesse dell’autrice per la questione al centro del volume, le interconnessioni fra scrittura e, alla lettera, scrittura della luce, si è consolidato nel tempo: procede quantomeno dalla partecipazione a un

Recensioni Libri

Michele Cometa, Roberta Coglitore (a cura di), Fototesti. Letteratura e cultura visuale

di

Il lettore di Fototesti. Letteratura e cultura visuale (Quodlibet, 2016) si confronta con questioni sulle quali i visual studies riflettono da anni, a partire perlomeno dal pioneristico Iconotextes di Alain

Recensioni Libri

L. Gasparini, A. Ferraboschi, Paul Strand e Cesare Zavattini. Un paese. La storia e l’eredità

di

Nell’ambito del festival Fotografia Europea di Reggio Emilia, dedicato a Mappe del tempo. Memoria, archivi, futuro, si è conclusa di recente la mostra curata da Laura Gasparini e da Alberto

Recensioni Mostre

Elsa Morante, La vita nel suo movimento. Recensioni cinematografiche 1950-1951

di

Sono state finalmente pubblicate con il titolo La vita nel suo movimento. Recensioni cinematografiche 1950-1951 (a cura di Goffredo Fofi, Einaudi, Torino, 2017) le quarantasei schede dattiloscritte che compongono il

Recensioni Cinema Libri

Victor Stoichita, Effetto Sherlock. Una storia dello sguardo da Manet a Hitchcock

di

La presenza di alcuni pittori indipendenti nello studio fotografico di Nadar nel 1874 a Parigi inaugura una nuova storia dello sguardo. In quella stessa occasione monsieur Manet presenta al Salon

Recensioni Libri

Lyda Borelli primadonna del Novecento, a cura di M.I. Biggi

di

 1. «Prima la donna»Entriamo subito nel cuore della recensione: la mostra Lyda Borelli primadonna del Novecento, attualmente in corso presso la Galleria di Palazzo Cini a Venezia (chiuderà i battenti

Recensioni Mostre

Roberto Latini, Metamorfosi (di forme mutate in corpi nuovi)

di

Metamorfosi (di forme mutate in corpi nuovi), produzione Fortebraccio Teatro, in scena al Teatro Era di Pontedera il 4 febbraio 2017, adattamento e regia di Roberto Latini, fa dell’idea di

Recensioni Spettacoli

Renzo Martinelli, Erodiàs

di

 Io sono la tua carne,la carne eletta del tuo spirito.Non potrai mai visitarmi nel giornoprima che il puro lavacro del sognomi abbia inceneritaper restituirmi a te in pagine di poesia,in

Recensioni Spettacoli

Francesco Spampinato, Art Record Covers

di

Banksy, Jean-Michel Basquiat, Joseph Beuys, Urs Fischer, Luigi Ghirri, Damien Hirst, Jeff Koons, Keith Haring, Sarah Lucas, Yoko Ono, Robert Mapplethorpe, Michelangelo Pistoletto, Roy Lichtenstein, Mark Ryden, Mario Schifano, Julian

Recensioni Libri

Introduzione a Il corpo plurale di Pinocchio. Metamorfosi di un burattino

di ,

La realtà di Pinocchio è popolata di forme mutevoli, instabili, in continuo divenire. I personaggi che il burattino incontra nella sua quête assumono, nei reiterati incontri fra le pagine del

Gallerie

Introduzione a Vaghe stelle. Attrici del/nel cinema italiano

di

 Dalla collaborazione tra la rivista Arabeschi e FASCinA – Forum annuale delle studiose di cinema e audiovisivi nasce un nuovo campo di esperienze e attraversamenti, capace di accogliere itinerari di

Gallerie